Quali sono i cibi più salutari?

0
378
views
metal shopping trolley filled with products isolated on white

Quali sono i cibi più salutari? Ci sono molti studi scientifici sull’argomento, ma non c’è accordo tra di essi. Nonostante ciò proviamo a individuarli in base alle loro caratteristiche nutritive e benefiche.

1. Mirtilli: Dal sapore dolce ma con una punta acidula che non guasta, i mirtilli, oltre a essere squisiti protagonisti di dolci e macedonie sono un vero e proprio toccasana, hanno delle proprietà antiossidanti, che li rendono dei frutti adatti per combattere i radicali liberi e per esercitare un’adeguata azione di prevenzione nei confronti dell’invecchiamento cellulare. Da questo punto di vista sono davvero un elisir di giovinezza.
Inoltre sono ricchi di fibre e per questo aiutano la digestione e la motilità intestinale. Riattivano la circolazione, drenano i liquidi di troppo e tonificano i tessuti.
Questi frutti sono particolarmente ricchi di vitamine A, C ed E e di antocianine e sono ricchi di proprietà antiossidanti. Possono far bene al cuore, alla memoria e sono utili per mantenere la salute delle vie urinarie.
Il succo di mirtilli nella dieta è utile per dimagrire.

2. Noci: tendono ad avere un contenuto calorico molto alto, ma i grassi che contengono sono grassi ‘buoni’. Hanno omega 3, che funzionano nella protezione del cuore e permettono di agire contro l’invecchiamento.
Sono vere alleate dell’organismo, soprattutto per tenere a bada i livelli di colesterolo.
Le noci sono anche un’importante fonte naturale di melatonina, quella sostanza che ci aiuta a dormire bene.
Inoltre possono vantare un elevato contenuto di minerali, come fosforo, potassio, magnesio, calcio, ferro e zolfo, e di vitamine B1, B2 e B6.

3. Semi di chia: Poco conosciuti, i semi di chia, anticamente noti come “semi della forza”, fioriscono in estate e sono ricchi di sostanze nutritive. Contengono molte proteine, carboidrati, lipidi, fibre e vitamine, ma anche antiossidanti (omega 3 che proteggono contro le infiammazioni e i problemi di cuore) e sali minerali. Inoltre, forniscono all’organismo tutti gli aminoacidi di cui ha bisogno e che non è in grado di produrre autonomamente. Sono particolarmente utili per tenere sotto controllo la pressione arteriosa e la glicemia.
Ci sono anche delle bevande proprio a base di chia, che rendono facile l’assunzione delle sostanze nutritive.

4. Kiwi: Povero di calorie e di sodio, il kiwi è un frutto ricco di potassio (apportano al nostro organismo la stessa quantità delle banane) che può essere considerato un potente antiossidante, che garantisce un buon apporto di sali minerali e di fibre, utili per regolarizzare l’intestino.
Inoltre, i kiwi contengono il doppio della vitamina C di quella contenuta dalle arance.

5. Quinoa: Antico alimento, consumato fin dai tempi degli Inca, la quinoa è povera di calorie, ma un elevato valore nutritivo, grazie al suo contenuto di proteine (senza ricorrere al consumo di carne), ferro, magnesio, aminoacidi essenziali e fibre. Inoltre, non contiene glutine, ma ha un buon potere antiossidante.
La quinoa è un cibo particolarmente versatile ed ideale da aggiungere alle zuppe.
Come detto prima è ricco di proteine e di aminoacidi, necessari per mantenere in forma i muscoli e per l’equilibrio del metabolismo.

6. Tè verde: Antibatterico, antiossidante, il tè verde è carico di polifenoli e bioflavonoidi. È da considerare la bevanda ideale per tenere a bada sia il peso sia i livelli di colesterolo.
Il tè verde riesce ad apportare nel nostro organismo molte sostanze antiossidanti. Si tratta delle catechine, che agiscono in modo essenziale nella prevenzione dei tumori. Tra l’altro è anche una bevanda deliziosa. Bisognerebbe berne tre tazze al giorno.

7. Avena: È un toccasana per il fegato, l’intestino e il sistema cardiovascolare. Migliora la regolarità intestinale e, inoltre, garantisce un efficace controllo sul colesterolo nel sangue.
La caratteristica che rende l’avena un cibo particolarmente salutare è la notevole quantità di fibra solubile che essa contiene che è utile per ridurre il colesterolo e per prevenire le malattie cardiache. Inoltre contribuisce a darci un senso di sazietà e pertanto è ideale se stiamo seguendo una dieta ipocalorica.

8. Broccoli: Hanno un sapore dolce e delicato e un ridotto contenuto calorico. Poche calorie, ma tante vitamine (C, B1, B2), sali minerali e fibre, veri toccasana per l’intestino e il fegato, ma anche per la salute generale dell’organismo.
Sono salutari grazie all’azione svolta dagli indoli, sostanze vegetali, che si sono dimostrate in grado di ridurre il rischio di incorrere in alcune forme di tumore. I broccoli contengono anche flavonoidi, che sono degli efficaci antinfiammatori.

9. Salmone: Nonostante sia un pesce non molto magro, è altrettanto vero che il salmone è ricco di proteine magre, fibre e grassi buoni come l’Omega 3, è utile per controllare il colesterolo e la salute cardiovascolare. Inoltre contiene antiossidanti fra i l’astaxanthin, che conferisce al salmone il tipico colore rosa.
Inoltre è ricco di vitamina D. È un valido alleato nella protezione del cuore.

10. Spinaci: Una vera miniera di vitamine e minerali, gli spinaci, soprattutto se consumati a crudo sono un vero toccasana per il cuore e il sistema immunitario, ma non solo. Validi alleati dei muscoli e dell’intestino, ma anche degli occhi, grazie all’elevato contenuto di luteina.
Contengono molti antiossidanti che riescono anche a prevenire i tumori. Gli spinaci nell’alimentazione sono utili anche contro il diabete.
Sono ricchi di nutrienti, incluso il ferro, il calcio e la vitamina A, che si prende cura degli occhi e della pelle.

11. Barbabietole: Sono molto utili per le donne in gravidanza. I pigmenti rossi aiutano a combattere il cancro e il rischio di malattie cardiache. È un’ottima fonte energetica tanto da essere considerata da molti “doping naturale” grazie alla presenza di nitrati.
Hanno anche proprietà disintossicanti, depurative, antisettiche e mineralizzanti: la rapa rossa contiene ferro, sodio, potassio, calcio, magnesio, fosforo. Sono utili sia in caso di problemi di digestione, poiché stimolano la produzione di succhi gastrici e bile, sia in caso di anemie. È necessario ricordare che il ferro vegetale è di più difficile assimilazione di quello animale, ed è utile consumare i vegetali che contengono ferro insieme a succo di limone, che ne facilita l’assimilazione. La presenza di fibre aiuta la funzionalità dell’intestino. Sono presenti vitamine del gruppo B, folati, vitamina C nei tuberi, vitamina A nelle foglie.

12. Mandorle: Sono una ricca fonte di proteine. Hanno anche un alto contenuto di calcio e grassi monoinsaturi. Combattono il cattivo colesterlo.
Molto importante il ruolo della vitamina E che svolge un’azione determinante nell’attenuazione del rischio di attacchi cardiaci; insieme ai grassi insaturi contribuisce a ridurre la crescita della placca aterosclerotica nelle arterie.
Hanno un importante contenuto di ferro e vitamine. Per questo loro elevato apporto nutritivo, aiutano a combattere l’anemia. Sono infatti tra i cibi suggeriti per chi ha carenze di ferro.

13. Cioccolato fondente: Può fare molto bene al nostro organismo: il cacao ha proprietà antiossidanti, che aiutano nel tenere sotto controllo la pressione del sangue. Una ricerca recente ha osservato che chi mangia un piccolo pezzo di cioccolato almeno 5 volte a settimana è più magro di chi non l’assume.
Ha un effetto cardio-protettivo grazie al suo contenuto in flavonoidi, sostanze contenute anche nel vino rosso e nel tè verde, dotate di un elevato potere antiossidante, capaci di impedire l’ossidazione del colesterolo cattivo (LDL) da parte dei radicali liberi. I flavonoidi, inoltre, impediscono che le piastrine formino dei coaguli responsabili della formazione dei trombi, svolgendo quindi un’azione simile a quella dell’aspirina.
La ricchezza in magnesio (80mg/100g di cioccolato fondente) rende questa prelibatezza adatta ai soggetti che tendono ad avere la pressione bassa, ma anche per gli sportivi, soprattutto se hanno la tendenza a soffrire di crampi muscolari. Mentre, la ricchezza in ferro (2mg/100g di cioccolato fondente) suggerisce che il cioccolato sia adatto ai soggetti anemici e alle donne che hanno un flusso mestruale abbondante.

14. Fagioli rossi: Contengono potassio, magnesio e aiutano a tenere sotto controllo la pressione. Sono un valido aiuto contro il colesterolo cattivo, grazie all’alto contenuto di fibre. Ferro e proteine li rendono validi sostituti della carne.

Articolo precedenteRicettario di Natale
Articolo successivoL’uso corretto del forno
Francesco Cocca, consulente per: siti web, marketing, ecommerce, sicurezza informatica. Presidente Ass. Cultura Facile (www.culturafacile.it) - Mangiatipico.it il portale delle tipicità italiane. mangiatipico@gmail.com
CONDIVIDI