Tortelli di patate

0
420
views

Ingredienti:

400 g di sfoglia
Per il ripieno: 1 kg di patate bianche, 1 ciuffo di prezzemolo, 3 spicchi d’aglio, 50 g
di parmigiano grattugiato, olio extravergine d’oliva, sale, pepe
Per il condimento: 500 g di pomodori, basilico, parmigiano grattugiato,
peperoncino in polvere, olio extravergine d’oliva, sale

Difficoltà: media Tempo: 1 ora + realizzazione della sfoglia

Sbollentate i pomodori, pelateli e passateli al passaverdura; mettete il passato in un tegame con un po’ d’olio, salate, insaporite con il basilico e il peperoncino e fate cuocere per 30 minuti. Passate adesso al ripieno: lessate le patate in abbondante acqua salata. Quando sono ancora calde, sbucciatele e schiacciatele. A parte fate un soffritto con
prezzemolo, aglio tritato, parmigiano grattugiato, sale e pepe, quindi conditevi le patate amalgamando bene. Preparate la sfoglia e tagliatela a strisce. Distribuite su metà delle
strisce il ripieno a mucchietti ben distanziati; coprite con un’altra striscia di pasta e fate aderire; tagliate poi la pasta in eccesso con l’apposita rotella. Cuocete i tortelli per pochi
minuti in acqua salata e conditeli con il sugo di pomodoro e una spolverata di parmigiano.

SFOGLIA

Ingredienti:

400 g di farina, 4 uova, sale

Difficoltà: media Tempo: 40 minuti + 1 ora di riposo

Disponete la farina sulla spianatoia, in modo da ottenere un cono. Formate una piccola cavità al centro, nella quale verserete le uova. Salate e, aiutandovi con le dita o con una
forchetta, cominciate ad amalgamare le uova alla farina facendo attenzione che la parte liquida non fuoriesca dal cono. Quando la farina avrà assorbito completamente le uova,
iniziate a impastare facendo leva sui palmi delle mani, cosi da ottenere un primo impasto.
Pulite per bene la spianatoia e togliete dalle mani l’eventuale farina secca che potrebbe mescolarsi all’impasto e bucare la sfoglia. Ora lavorate la pasta con movimenti energici e
regolari in modo che l’impasto diventi elastico, dall’aspetto lucido e uniforme; fatene una palla e lasciatelo riposare per circa 1 ora, coperto con un canovaccio. Stendete sulla
spianatoia della farina, prendete il matterello, infarinatelo e cominciate a tirare la pasta partendo dal centro e dandole una forma tondeggiante. Quando sarà sufficientemente larga, potrete avvolgerla sul matterello sia per stenderla ulteriormente sia per voltarla
senza romperla, non dimenticando di spargere ogni tanto un velo di farina. Cercate di portare la sfoglia a uno spessore uniforme: tutta questa operazione risulterà grandemente
facilitata utilizzando l’apposita macchina per tirare la pasta. Il giusto spessore dipende in gran parte dall’uso che se ne intende fare: per realizzare tagliatelle, tagliolini e pappardelle, sarà bene che la sfoglia sia un poco più spessa in modo che regga bene la cottura; se invece si devono fare lasagne o pasta ripiena, è bene che la sfoglia sia più sottile e costituisca solamente un supporto per il condimento o un involucro per il ripieno.

Articolo precedenteBocconcini di zucchine e patate
Articolo successivoMuggini alla mantovana
Francesco Cocca, consulente per: siti web, marketing, ecommerce, sicurezza informatica. Presidente Ass. Cultura Facile (www.culturafacile.it) - Mangiatipico.it il portale delle tipicità italiane. mangiatipico@gmail.com
CONDIVIDI